Vai ai contenuti

Menu principale:

1965 - 2015 il Cinquantesimo del GML-AIM

L'associazione
UN CAMMINO LUNGO CINQUANT’ANNI

Il 16 gennaio 2015 la nostra Associazione festeggia il cinquantesimo anniversario della sua fondazione, avvenuta nel lontano 1965. Il Gruppo Mineralogico Lombardo – Associazione Italiana di Mineralogia celebrerà questa ricorrenza con una serie di iniziative che riteniamo simpatiche e originali. I festeggiamenti per questo importante anniversario si protrarranno per tutto il 2015: anzi, sono iniziate il 20 dicembre 2014 con il nostro primo annullo postale dedicato al centenario della scomparsa del geologo Giuseppe Mercalli. Il giorno 16 gennaio 2015, presso l’Aula Magna del Museo di Storia Naturale di Milano, in corso Venezia 55, è stata programmata una serata di festa per celebrare i nostri 50 anni. Si tratterà di una serata straordinaria, all’insegna dell’allegria; le note dei brani suonati da Enzo Sartori, virtuoso pianista e appassionato mineralogista, accompagneranno le immagini di Roberto Appiani e Alessandro Moneta in un percorso naturalistico che fonde immagini, musica e poesia. Nella stessa serata, verrà offerto ai Soci ed agli ospiti tutti il secondo annullo postale per la celebrazione dei nostri 50 anni, con una cartolina dedicata: un presente per Voi tutti che ci avete sempre sostenuti ed un ricordo per le generazioni future.


Sarà inoltre l'occasione per presentare a tutti i soci il lungo viaggio percorso dal nostro Sodalizio e per ricordare tutti coloro che, con passione e sacrificio, hanno dedicato tempo e fatica al Gruppo ed alla propria “creatura”, la Rivista Mineralogica Italiana. Molte di queste persone non sono più tra noi e meritano il nostro rispetto e la nostra riconoscenza. Senza di loro la mineralogia italiana avrebbe meno cose da raccontare, meno specie mineralogiche da annoverare e meno località mineralogiche da visitare. Siamo diventati una solida realtà nazionale e internazionale. Ciononostante il nostro lavoro resta quello delle persone semplici di cinquant’anni fa, che con il proprio volontariato e tra mille difficoltà, mille critiche e mille riconoscimenti portano avanti un piccolo grande ideale: quello di divulgare la mineralogia e le scienze della terra in generale tra la gente comune, affiancandosi alla scienza ed agli scienziati in un abbraccio collaborativo ma mai soffocante. L'anniversario del sodalizio coincide anche con la 50a edizione della Mostra Scambio. La manifestazione, che avverrà i giorni 29 e 30 maggio 2015, sarà anch'essa caratterizzata da eventi e ricorrenze legate all'anniversario. Nell'ambito della manifestazione sarà anche allestita una mostra sul tema dei "Graniti dei laghi", argomento ricco di spunti storici e recenti, molto caro al GMLAIM, e spesso trattato anche sulla Rivista.
A tutti voi Soci GRAZIE
LA SERATA PER IL CINQUANTESIMO
Davanti ad una platea di quasi duecento persone, alla presenza dei Rappresentanti del settore cultura del Comune di Milano, il 16 gennaio 2015 dalle ore 21 si è svolta la serata celebrativa del nostro cinquantesimo anniversario.
Dopo la presentazione e gli auguri del Presidente del GML-AIM, dott. Paolo Gentile, che ha espresso anche un pensiero nei riguardi di tutti quei Soci che non sono più tra noi, sono intervenuti il dott. Domenico Piraina, Direttore del Servizio Polo Mostre e Musei Scientifici del Comune di Milano e il Dott. Federico Pezzotta, Conservatore della Sezione di Mineralogia e Petrografia del Museo di Storia Naturale di Milano: questi hanno rimarcato l'importanza della presenza della nostra Associazione sia nel Museo che nel Comune di Milano e più in generale in Italia, come valido e autorevole punto di riferimento per la mineralogia dilettantistica vista nell'ottica di valido strumento di collaborazione tra privati e Pubbliche Istituzioni.
I discorsi tenuti dai due importanti rappresentanti del Museo di Storia Naturale si sono poi incentrati nella certezza che la collaborazione tra GML-AIM e Museo continuerà e si rafforzerà, anche in vista del progetto di rifacimento delle Sale di mineralogia, i cui spazi sono oggi occupati dalle manifestazioni a corredo di Expo2015.
A questo punto l’evento, dove musica e immagini, canto e poesia, si fondono per rendere omaggio all’armonia della natura, entra nel vivo con i protagonisti che hanno contribuito a realizzarla. Al pianoforte Enzo Sartori, un talento artistico polivalente, ma soprattutto un valido musicista, compositore e virtuoso del pianoforte; Enzo, tra l’altro, è anche un appassionato ricercatore di minerali e Socio del nostro Sodalizio. Enzo ha eseguito numerosi brani durante la serata, alcuni tra sue composizioni tratte dall’album “May Day” e altri di repertorio selezionati tra le opere di Bernstein, Chopin, Debussy e Webber. La sua musica ha accompagnato le immagini di cristalli e ambre di Roberto Appiani, fotografo e grafico della Rivista Mineralogica Italiana, e le immagini di Alessandro Moneta, un giovane Socio del nostro Sodalizio che unisce la passione per i minerali a quella altrettanto forte per la fotografia naturalistica e la caccia fotografica. Gli audiovisivi proposti,
presentati da Roberto Appiani, venivano introdotti con la lettura di brani di letteratura e poesia valorizzati dalla splendida voce narrante di Madiana Zigliani, che ha dato il meglio di se a fine serata, quando, accompagnata al pianoforte da Enzo Sartori ci ha emozionati con “Somewhere” (di Bernstein, tratto da West Side Story) e “Memory” (di Webber, tratto dal musical “Cats”).
All'evento, oltre ai Soci Fondatori Matteo Boscardin e Vincenzo De Michele, erano presenti molti dei Soci storici dell’allora GML tra i quali: Claudio Badalotti, Luciano Ceciliato, Regina D’Angelo Bet, Marco Ferraguti, Hans Peter Frank e Giuse Patania, Giovanni Ghisolfi, Marco Majrani, Maria Franchi Marchetti (consorte del Socio Gianfranco Marchetti†), Vittorio Mattioli,Renato e Adriana Pagano, Gianni Rambaldelli, Umberto Rezzonico, Elio Ronchi, Marco Sacchi, Luisa Severgnini (consorte del Socio Pinuccio Severgnini †).
La serata ha riscosso un buon consenso e l’aula Magna del Museo era al completo. Questo risultato è stato possibile non solo grazie al lavoro di molti Soci ma anche al prezioso contributo della dott.sa Mami Azuma del MSNM che, in sinergia, hanno contribuito fattivamente a tutte le esigenze organizzative e pratiche necessarie alla realizzazione dell'evento.
Torna ai contenuti | Torna al menu