Gruppo Mineralogico Lombardo
Associazione Italiana di Mineralogia
Vai ai contenuti

Legislazione Ricerca Mineralogica

In questa pagina web sono raccolte le leggi e/o regolamenti e il link alla pagina web della regione/comune dove poter recuperare ulteriori informazioni che riguardano la raccolta dei minerali a scopo collezionistico.
Regione
Le zone individuate nelle quali è vietata l’estrazione
di minerali, salvo deroghe sono:
Documentazione
Valle d'Aosta
  • Zona di Bellecombe, nei Comuni di Chatillon e Montjovet (AO)
     (D.P.G.R. n° 335/1985).
  • Massiccio del Monte Bianco, dal Col de la Seigne al Col Grand-Ferret, lungo le aste dei torrenti Veny e Ferret
  • (D.P.G.R. n° 16/1995).
  • Parchi Nazionali e Naturali
     - Riserva Naturale del Monte Mars - Mappa
Piemonte
     è vietata la ricerca e la raccolta di minerali)
  • Comune di Balme    (TO) - Ordinanza n. 4/1997
     (Vista la Legge Regionale 4 aprile 1995,n.51 '' Normative per la               ricerca e la raccolta di minerali a scopo collezionistico, didattico e scientifico''
Visto l'art.650 del Codice Penale:
''Inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità''
Visto l'art.38 della legge 142/90
ORDINA
Su tutto il territorio del Comune di Balme.
E' consentita la ricerca e la raccolta di minerali esclusivamente a scopo collezionistico, didattico e scientifico, ai sensi dell'art.2 comma 2° della Legge Regionale nr.51 del 4 aprile 1995.
In località ''Testa Ciarva'' è fatto divieto assoluto di ricerca e raccolta  minerali anche con le attrezzature consentite ai sensi dell'art. 4, comma 1° della Legge Regionale nr.51 del 4 aprile 1995.
In località ''Testa Ciarva'' è fatto divieto assoluto di accesso alla grotta artificiale per motivi pubblici d'incolumità per pericolo di crolli anche spontanei.
  • Comune di Usseglio (TO)
         Delibera n.42 del 2/05/2009
Stabilisce il divieto assoluto di ricerca, raccolta e asportazione di minerali, a fini di tutela ambientale e paesaggistica, nel complesso minerario di Punta Corna, coincidente con l'area compresa nel perimetro Punta Lucellina - Cima Autour - Monte Servin - Punta Barale - Cima Ortetti - Cima di Costa Piana - Torre d'Ovarda - Truc d'Ovarda - Punta della Forcola - Alpe Bessanetto - sponda Ovest del Lago dietro la Torre - sponda Sud-Ovest del Lago della Rossa - Cresta del Fort - Quara di Bellacomba - Monte di Bessanetto - Punta Loson - Punta Lucellina. L'area interessata dal divieto è interamente di proprietà comunale. La deliberazione stabilisce inoltre il divieto di accesso alle escavazioni minerarie per motivi di sicurezza, trattandosi di siti instabili dove è del tutto sconsigliabile indirizzare il pubblico: chi lo facesse, lo farebbe sotto la propria responsabilità civile e penale.
  • Comune di Traversella (TO) - Delibera C.C. n.9 del 14/04/2017 Artt. da 22 a 27
    (raccoglitori e ricercatori di minerali)
Lombardia
Liguria
Individuazione e gestione del sistema di aree di interesse naturalistico-ambiantale dell'Aveto
Emilia Romagna
Disciplina dei Parchi e delle riserve naturali
Veneto
Parco Naturale dei colli Euganei
Trentino Alto Adige

Provincia di Bolzano
Legge provinciale 12 agosto 1977 , n. 33
Disciplina per l'estrazione di minerali e fossili (abrogata dall'art. 36, comma 1, lettera c), della
Provincia di Trento
Lazio
  • Parco Regionale Urbano "Monte Orlando" nel comune di Gaeta
Parco Regionale Urbano "Monte Orlando"
Abruzzo
  • Riserva naturale  del bosco di S.Antonio
Riserva naturale  del bosco di S.Antonio
Marche
  • Riserva Naturale Statale Gola del Furlo
Svizzera
  • Regolamento per ricerca mineralogica nel Canton Ticino
Museo Cantonale di storia naturale - Permessi
Torna ai contenuti